Anche Epic Games si è schierata a favore del movimento BlackLivesMatter: dopo l’omicidio di George Floyd, gli sviluppatori di Fortnite hanno deciso di non restare in silenzio e far sentire la propria voce con una dichiarazione pubblicata attraverso i propri canali social. “Crediamo nell’uguaglianza e nella giustizia, nella diversità e nell’inclusione, e che in questi valori vadano al di là, che siano superiori alla politica”. Dopo Rockstar Games che ha spento per alcune ore i server di Gran Theft Auto V e di Red Dead Redemption 2, un’altra testimonianza molto importante da parte di un colosso dell’industria videoludica.